Late as usual!

lunedì, dicembre 19, 2005

Back from JavaPolis

tributo involontario
Eccoci di ritorno da Anversa, una città a dir poco stupenda, dove si è svolta JavaPolis 2005, in compagnia dei campioni con i quali far colazione, se solo fossimo riusciti ad arrivare alla conferenza in tempo per vedere i tavoloni con i vassoi ancora carichi di brioche... poco male, grazie alle gentilezza del BeJUG che ci ha invitato, abbiamo potuto recuperare con le ottime birre locali! Anche se qua dovrei evitare di utilizzare il plurale visto che mi è toccato solo assaggiare: mai andare in un posto dove birra e cioccolato sono superlativi se il medico ti ha messo in bianco per eccesso di stravizi!

Tecnicamente la conferenza è stata excellent, volendo citare il vulcanico Bruno, ed è davvero entusiasmante poter dare un volto a tanti nomi noti del pianeta Java e non solo. É stata anche l'occasione di assaporare un bignami di Bruxelles ed Amsterdam e, se solo avessimo avuto qualche giorno in più, probabilmente Bruno ci avrebbe rintronato fino a convincerci ad andare pure a Berlino, Parigi, Londra e Copenaghen: praticamente lo stesso effetto del muoversi dalla Puglia al nord, hai la sensazione che qualsiasi posto tu conosca sia finalmente raggiungibile con poco! Menzione speciale infine per Daniele Galluccio, ottima e preziosa guida, il quale ci ha risparmiato la presenza 24/7 di Bruno ed evitato che arrivassimo a realizzare il primo esperimento di Refactoring su un essere umano :D Non ultimo un saluto a tutti gli amici dei JUG sparsi per l'italia!

Per il resto con Renzo ci siamo divertiti a fare qualche intervista, che presto pubblicheremo sul podcast anche se la sfiga ha voluto che per vari motivi il risultato non fosse quello sperato... chissà, vista la disponibilità di tanti, si potrebbe provare a fare qualcosa in remoto con chat audio/video o via mail stile le "5 questions to..." su DeBaser.it...

Sarebbe anche molto bello riuscire ad organizzare qualcosa di questa qualità e dimensioni in Italia, in fin dei conti la catena di multisala da cui deriva il nome della manifestazione è presente anche da noi, mancherebbe giusto la credibilità derivante da qualche progetto open source di grido come potrebbe essere uno Spring e la disponibilità di sponsor interessati a non rovinare una conferenza tecnica con eccessi marketing, ma non si sa mai che la cultura della condivisione non prenda piede anche in Italia e qualcosa ne venga fuori, i segnali positivi ci sono...

,
Posta un commento